Calo di follower su Instagram: quali sono le cause?

Calo di follower su Instagram

Perdere uno o più follower su Instagram è sempre una grande seccatura, soprattutto quando il social network è utilizzato per promuovere il proprio progetto imprenditoriale o per mettere in atto strategie di Personal branding.

La perdita di follower può essere causata da alcuni fattori che delineano anche il calo dei seguaci su Facebook (leggi qui) nonché da altre circostanze tipiche di questa piattaforma digitale.

Per tale motivo, ho pensato di sintetizzare in questo post tutti i motivi che determinano la perdita di follower su Instagram.

Perché perdo follower su Instagram: contenuti volgari o razzista

Il primo fattore che può determinare la perdita di follower su Instagram è quello inerente alla pubblicazione di contenuti volgari o razzisti.

Questa tipologia di contenuti, oltre a non essere apprezzata dalla maggior parte degli utenti, può causare il blocco temporaneo o permanente del proprio account personale.

Infatti Instagram, cosi come gli altri social network, vieta la pubblicazione di foto o video hot e di contenuti discriminatori.

Per questo motivo, è opportuno capire quali contenuti possono urtare la sensibilità degli altri utenti in modo tale da evitare il calo di seguaci e il conseguente blocco del profilo da parte del social network controllato da Mark Zuckerberg.

Perché perdo follower su Instagram: contenuti poco coinvolgenti

Oltre ai contenuti volgari o razzisti, il calo di follower su Instagram può essere determinato anche dalla pubblicazione di foto o video poco coinvolgenti.

Il coinvolgimento è una prerogativa di questa piattaforma in quanto è necessario:

– Pubblicare contenuti personalizzati;

– Condividere contenuti originali;

– Inserire descrizioni dettagliate;

– Sfruttare tutte le potenzialità delle Instagram Stories;

Attraverso questi piccoli accorgimenti è possibile mantenere alto l’interesse dei propri follower ed evitare il conseguente crollo dei seguaci.

Perché perdo follower su Instagram: follower bannato

Spesso il calo dei seguaci è condizionato anche dal numero di utenti bannati dalla stessa piattaforma.

Questo fattore è spesso sottovalutato dalla maggior parte degli utenti, ma è sicuramente uno dei principali motivi per cui si può registrare una riduzione del numero di seguaci su Instagram.

Gli utenti bannati, salvo casi eccezionali, non potranno più loggarsi alla piattaforma e per tali ragioni dovranno iscriversi con un nuovo account.

Ciò significa che l’utente non sarà più un vostro follower fino a quando non deciderà di seguirvi con il suo nuovo profilo.

Perché perdo follower su Instagram: account cancellato o disabilitato

Un utente può anche decidere di cancellarsi dalla piattaforma o di disabilitare il proprio account per un periodo temporaneo.

In entrambe le circostanze, si registrerà una diminuzione del numero di follower che non dovrà condizionare il proseguimento del proprio progetto editoriale.

Infatti in questi casi, il calo dei seguaci è determinato da fattori indipendenti rispetto al corretto utilizzo della piattaforma e per tali ragioni la riduzione dei follower non può essere assolutamente prevista.

Naturalmente gli obiettivi di business aziendale possono essere condizionati solo da un uso anomalo di Instagram e delle sue principali funzionalità e non da queste circostanze indipendenti.

Pertanto è opportuno capire l’origine del crollo dei follower in modo tale da scovare soluzioni alternative a quelle già utilizzate in passato.

Perché perdo follower su Instagram: tecnica del follow/unfollow

Purtroppo il calo di follower su Instagram è condizionato anche da alcuni atteggiamenti poco rispettosi da parte di alcuni influencer.

Infatti tantissimi utenti mettono in atto la cosiddetta tecnica del follow/unfollow che consente di incrementare il numero di seguaci in tempi rapidissimi.

Per chi non lo sapesse, con questa “strategia” un utente aggiunge, senza alcun criterio logico, un considerevole numero di utenti sperando di essere ricambiato.

Dopo aver raggiunto i propri obiettivi, l’utente cancellerà tutti coloro che ha aggiunto in modo tale da “incrementare” il rapporto tra seguaci e utenti seguiti.

Questo rapporto è poco indicativo visto che ci sono numerosi trucchetti per incrementarlo, ma per tantissimi utenti è il simbolo dell’influencer marketing.

Dunque vi consiglio di dubitare di coloro che utilizzano tale strategia per diventare influencer digitali e di concentrarsi su tutti quei follower pronti a coltivare relazioni veritiere.

Perché perdo follower su Instagram: calcolo errato da parte di Instagram

Il calo di follower può essere determinato anche da un calcolo errato da parte dello stesso social network.

Infatti a volte capita che Instagram registri una perdita di follower, ma in realtà si tratta di un errore di conteggio che verrà risolto in poco tempo.

Per questo motivo è necessario aspettare qualche ora prima di procedere all’analisi del proprio profilo personale e capire i motivi che hanno determinato la perdita di follower su Instagram.

Conclusioni

I motivi che caratterizzano la perdita di seguaci su Instagram si possono suddividere in due grandi categorie:

– Motivi indipendenti rispetto all’utilizzo della piattaforma;

– Motivi dipendenti rispetto all’uso della piattaforma;

La prima categoria è condizionata da tutti quei fattori che riguardano l’atteggiamento degli altri utenti, come ad esempio cancellazione dell’account, o da circostanze temporanee determinate dallo stesso social network.

Invece i fattori dipendenti all’uso della piattaforma sono condizionati dalla condivisione di contenuti non in linea con gli standard di Instagram ovvero foto e video poco coinvolgenti.

In entrambi i casi, è necessario analizzare i fattori che hanno determinato la perdita di follower e capire come arginare questo problema soprattutto qualora le cause dipendessero da un uso improprio del social network.

Il web è anche condivisione

Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato l'ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *