Fattura con split payment

fattura con split payment

Lo split payment, noto anche come scissione dei pagamenti, è una forma di liquidazione dell’Iva che viene applicata quando un’impresa, o un professionista, rilascia una fattura alla Pubblica Amministrazione.

Questa particolare forma di liquidazione dell’Iva (scopri come scorporare l’Iva) è stata inclusa nella legge di stabilità del 2015, e prevede che l’imposta sul valore aggiunto venga versata direttamente dalla Pubblica Amministrazione.

Pertanto la fattura con lo split payment includerà il costo dell’Iva, ma non sarà calcolato nel totale da pagare al fornitore.

Fattura con split payment

Per rilasciare una fattura con split payment sarà necessario utilizzare un software per la fatturazione elettronica.

All’interno della fattura elettronica, nella sezione esigibilità Iva, si dovrà selezionare la voce “split payment”, mentre nel riquadro dedicato alla descrizione del bene o del servizio offerto, si dovrà indicare la seguente dicitura:operazione soggetta a split payment – il cedente non incassa l’IVA ai sensi dell’ex art.17-ter del DPR 633/1972, l’acquirente è obbligato al versamento all’Agenzia delle Entrate”.

Completata questa operazione, sarà possibile inviare, elettronicamente, il documento alla Pubblica Amministrazione.

Esempio di fattura con scissione dei pagamenti

Per comprendere il meccanismo della scissione dei pagamenti, farò un breve esempio su come elaborare una fattura con con la scissione dei pagamenti.

Ad esempio: se l’azienda X ha effettuato un servizio di manutenzione di € 150,00 + Iva, presso la Pubblica Amministrazione, la stessa attività dovrà rilasciare questo “particolare” documento fiscale.

In questo caso, l’azienda incasserà 150,00 euro mentre i 33 euro di imposta, indicati in fattura, saranno versati, all’erario, direttamente dalla Pubblica Amministrazione.

Chi non deve rilasciare fattura con split payment

In base alle disposizioni della legge italiana, non hanno l’obbligo di rilasciare fattura con scissione dei pagamenti:

  • Chi ha aderito al regime forfetario;
  • I professionisti che operano con ritenuta d’acconto;
  • Tutti coloro che applicano il reverse change;

Come versare l’Iva con lo split payment

Come già evidenziato in precedenza, l’Iva indicata nella fattura con la scissione dei pagamenti deve essere versata direttamente dalle Pubbliche Amministrazioni.

Pertanto il versamento dovrà essere effettuato mediante l’F24 “enti pubblici”.

Conclusioni

Le fatture con lo split payment possono essere rilasciate esclusivamente alla Pubblica Amministrazione.

Si tratta di una particolare forma di liquidazione dell’Iva che consente al fornitore di incassare il valore dell’imponibile e alla Pubblica Amministrazione di versarla mediante l’F24 “enti pubblici”.

Il web è anche condivisione

About Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Sono membro del Cda della CF Metal e ho realizzato gli ebook: "Marketing Maps" e "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

View all posts by Angelo Cerrone →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × uno =