Le migliori app di messaggistica per aziende

app di messaggistica per aziende

Le app di messaggistica istantanea hanno rivoluzionato il mondo della comunicazione di impresa in quanto sempre più aziende utilizzano, o hanno utilizzato, una o più applicazioni per gestire l’assistenza clienti.

Il successo di queste piattaforme, nel mondo del marketing di impresa, è dovuto principalmente a due fattori: facilità di utilizzo dei servizi offerti e riduzione della distanza tra impresa e consumatore.

Infatti attraverso un’ applicazione di messaggistica istantanea, è possibile:

– Rispondere in tempo reale alle richieste dei clienti;

– Inviare offerte esclusive;

– Ricevere prenotazioni mediante un chatbot;

– Inviare documenti ufficiali con un semplice click;

Tutti questi servizi possono essere messi in atto con la quasi totalità delle app presenti negli store di Apple o Google ma, come per ogni settore, ci sono alcune applicazioni che si adattano meglio al mondo del business aziendale.

Per tali ragioni ho pensato di indicare, in questo post, quali sono le migliori app di messaggistica per aziende da utilizzare nel campo del marketing di impresa.

App di messaggistica per aziende: Whatsapp

La mia analisi parte dall’app di messaggistica più utilizzata al mondo ovvero Whatsapp.

Già in passato, con il mio ebook (vedi qui), avevo evidenziato le potenzialità di questa applicazione per gestire l’assistenza clienti soprattutto in ambito locale.

Ora, con il rilascio di Whatsapp Business, le aziende di piccole e piccolissime dimensioni hanno finalmente uno strumento formidabile per fare customer care.

Infatti ogni impresa ha la possibilità di: creare un account aziendale, personalizzarlo con copertina ed eventuali link, attivare le risposte automatiche e inserire gli eventuali orari di lavoro.

Visto che l’applicazione può essere utilizzata solo con un numero di telefono mobile, o fisso qualora si optasse per Whatsapp Business, il principale problema di questa piattaforma è quello inerente alla gestione delle richieste dei clienti nonché al trattamento dei dati personali degli stessi utenti.

Nel primo caso si può optare per la versione desk di Whatsapp, mentre nel secondo caso le nuove normative impongono alle aziende di dichiarare le modalità di trattamento dei dati personali.

Nonostante questi limiti, Whatsapp è un’app indispensabile per gestire l’assistenza clienti in quanto è utilizzata da milioni di italiani, è molto intuitiva e soprattutto è ormai collegata con Facebook attraverso l’advertising.

Questa è un altro punto di forza visto che ogni azienda può, mediante il Business Manager di Facebook, creare post sponsorizzati per consentire agli utenti di mettersi in contatto con l’inserzionista attraverso Whatsapp.

Un bel modo per trasformare gli utenti in potenziali clienti e raccogliere informazioni dettagliate da trasformare in strategie di marketing personalizzato.

App di messaggistica per aziende: Messenger

Oltre a Whatsapp, le aziende possono far leva anche su Messenger ossia l’altra applicazione di messaggistica istantanea controllata da Mark Zuckerberg.

Io non amo particolarmente questa applicazione perché la trovo “fredda” e poco coinvolgente, ma negli ultimi mesi è diventata la regina indiscussa di chi gestisce la customer care delle aziende di medie e grandi dimensioni.

Infatti a differenza di Whatsapp, Messenger può essere utilizzata senza numero di telefono in quanto è sufficiente avere un account su Facebook per accedere ai servizi di questa piattaforma.

Naturalmente l’iscrizione a Facebook non è obbligatoria poiché ogni utente può registrarsi all’applicazione inserendo i propri dati e scegliendo un nickname di fantasia.

Per fornire un servizio di assistenza clienti efficace e soprattutto efficiente, ogni impresa può creare un chatbot su Messenger (scopri come farlo con pochi click) in modo tale da:

– Rispondere alle informazioni;

– Raccogliere prenotazioni;

– Fare assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7;

– Effettuare pagamenti mediante l’applicazione;

Come per Whatsapp, si può fare advertising personalizzato ma a causa di alcuni bug di programmazione non so quanto l’investimento possa essere remunerativo.

Per questo consiglio a tutti gli imprenditori di effettuare prima un’analisi economica della propria strategia e solo successivamente intervenire con una pubblicità mirata.

App di messaggistica per aziende: Telegram

La terza applicazione di messaggistica per imprese che consiglio a tutti voi è Telegram.

Questa piattaforma è nata nel 2013 e si sviluppa mediante il linguaggio C++.

Con Telegram si possono:

– Creare gruppi;

– Gestire canali (puoi seguire anche il mio);

– Creare bot;

– Creare sondaggi;

– Creare nuovi giochi;

I vantaggi di Telegram non finiscono qui, visto che ogni utente può collegarsi con l’impresa attraverso un username scelto durante la fase di registrazione.

In questo modo si possono evitare i problemi di privacy che impongono alle attività commerciali di gestire i dati in modo etico e morale.

Come per Whatsapp, anche per Telegram è prevista una versione desk che può essere davvero utile per erogare, in modo ottimale, il servizio di assistenza clienti.

Uno dei pochi punti deboli di questa applicazione è individuabile nella scarsa diffusione a livello nazionale, ma gli ultimi trend segnalano una crescita dei download all’interno degli store.

Quindi chi ha deciso di investire su Telegram potrebbe avere un vantaggio competitivo sulla concorrenza.

App di messaggistica per aziende: Wechat

Le aziende vogliono anche espandere i propri affari all’estero e quale migliore occasione per utilizzare un’app di messaggistica molto apprezzata in quel determinato territorio?

Per questo motivo ho pensato di inserire in questa lista anche Wechat, app di messaggistica molto diffusa nel mercato cinese.
L’iscrizione a Wechat può avvenire con numero di telefono oppure con usurname e password.

In entrambi i casi, la ricerca degli utenti può avvenire con il nickname o, in alternativa, con il codice Qr.

Anche su questa applicazione si possono effettuare pagamenti, si possono ricevere messaggi e gestire i canali ufficiali.

Ovviamente si tratta di una piattaforma da utilizzare solo quando un’azienda è presente sul mercato cinese e vuole fornire un servizio di assistenza clienti impeccabile.

App di messaggistica per aziende: Imo

L’ultima app di messaggistica per aziende che ho scelto in questa speciale classifica è Imo.

Imo è un’applicazione emergente che offre servizi di chiamate e di messaggistica gratuiti.

È molto simile a Whatsapp visto ogni utente può: aggiungere le storie, uno stato al proprio profilo personale e inviare emoji ai propri contatti.

Anche in questo caso, le aziende possono utilizzare Imo per fare assistenza clienti in ambito locale in virtù dei limiti di privacy abbastanza evidenti.

Conclusioni

Negli store di Google o Apple ci sono numerose app di messaggistica per fare customer care.

Le migliori applicazioni per chattare con i clienti sono: Whatsapp, Messenger, Telegram, Wechat e Imo.

Alcune app sono particolarmente indicate per quelle attività commerciali che operano in ambito locale, altre invece possono essere usate in mercati emergenti, come quello cinese, mentre alcune sono arricchite da bot indispensabili per gestire un numero di richieste molto più grande.

In tutti questi casi, le aziende devono essere in grado di capire le esigenze dei propri clienti in modo tale da curare nei minimi dettagli la crescita della notorietà e della reputazione aziendale.

Il web è anche condivisione

Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato l'ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *