Tool per creare una firma personalizzata su Gmail

firma personalizzata su Gmail

Ogni giorno, in tutto il mondo, milioni di professionisti utilizzano Gmail per comunicare con i loro clienti e concludere uno o più accordi commerciali.

L’enorme successo del servizio di posta elettronica americano, è legato principalmente a due fattori: facilità di utilizzo della piattaforma e adattabilità ai diversi dispositivi digitali.

Infatti Gmail può essere usata da desk, da mobile e anche direttamente dai principali browser, in particolar modo da Chrome, mediante l’installazione di una o più estensioni (leggi il mio articolo sulle estensioni Chrome per Gmail).

In tutti questi casi, il servizio di posta elettronica può essere personalizzato mediante la scelta di un template predefinito oppure attraverso la collocazione di una firma digitale in tutte le email spedite.

Firma personalizzata su Gmail: come inserirla manualmente

Per inserire la propria firma su Gmail, abbiamo due opzioni: aggiungerla manualmente ovvero crearla con un generatore di firme digitali.

Prima di presentarvi il tool in questione, voglio illustrare, a tutti voi, quali sono gli step necessari per inserire manualmente una firma digitale all’interno del servizio di posta elettronica di Google.

Per personalizzare Gmail con la propria firma, è necessario cliccare sulle impostazioni e selezionare l’omonima voce (firma n.d.r.).

Qui comparirà un piccolo editor di testo che consentirà di scegliere:

– I font da applicare al testo;

– La dimensione dei caratteri;

– Lo stile e la formattazione dei caratteri;

– I link da inserire nel testo;

– Le immagini da allegare;

Tutto dovrà essere formattato manualmente e ciò determina dei risultati non sempre soddisfacenti.

Per questo motivo, ho deciso di presentarvi un generatore di firme per Gmail in grado di semplificare l’inserimento della firma personalizzata e di velocizzare, allo stesso tempo, il processo di realizzazione.

Firma personalizzata su Gmail: quale tool posso usare?

Uno dei migliori tool per generare una firma automatica su Gmail è senza dubbio My Signature (vedi qui).

Naturalmente per iniziare ad utilizzare questo strumento, bisogna registrarsi alla piattaforma.

Per iscriversi a My Signature possiamo optare per diverse opzioni, come ad esempio:

– Email e password;

– Profilo Google;

– Profilo Facebook;

– Profilo Linkedin;

In questi ultimi due casi, il tool sarà in grado anche di recuperare le informazioni contenute all’interno degli account personali e di creare una firma personalizzata con i dati estrapolati dagli stessi social network.

Dopo aver completato l’iscrizione, ogni utente avrà la possibilità di utilizzare la versione free del tool (ci sono alcune limitazioni) ovvero sottoscrivere uno degli abbonamenti esposti sul sito aziendale.

I piani tariffari, almeno per quanto riguarda gli account privati, oscillano dai 4 dollari per una firma personalizzata ai 20 dollari per la realizzazione di ben 10 firme personalizzate.

Visto che Gmail è un servizio di posta elettronica usato principalmente da una sola persona, il piano di abbonamento da 4 dollari rappresenta l’opzione ideale per chi ha la necessità di generare una sola firma digitale.

Firma personalizzata su Gmail: come usare My Signature

Per iniziare a creare la nostra firma personalizzata su Gmail, dobbiamo completare i campi di inserimento dati presenti su My Signature.

Al momento il tool presenta cinque aree, ognuna delle quali è costituita da due o più voci.

Le aree da compilare sono:

– General;

– Images;

– Social;

– Addons;

– Design;

Come già evidenziato in precedenza, questi campi possono essere completati anche con la versione free ma, in alcuni casi, ci sono delle restrizioni che non consentono di aggiungere informazioni aggiuntive o di applicare alcuni template presenti nel generatore.

Nonostante queste limitazioni, durante l’inserimento dei dati, il tool mostrerà un’anteprima della propria firma e ciò rappresenta un punto di forza per chi non è abituato ad adattare i contenuti ai dispositivi digitali.

Ovviamente oltre ai dati generali sulla propria professione, ogni utente avrà la possibilità di inserire: il logo aziendale, il collegamento ai profili social, un testo in calce alla firma e i colori ufficiali della propria attività professionale.

Firma personalizzata su Gmail: come inserire la firma personalizzata

Una volta completata la nostra firma personalizzata, dobbiamo copiarla all’interno di Gmail.

L’operazione sembra difficilissima, ma in realtà è più semplice di quanto si pensi.

Infatti una volta conclusa la fase di inserimento dati, bisognerà cliccare su finish (tasto verde in basso a destra) e poi su copy to clipboard (sempre tasto verde).

Copiato il file da incollare, apriamo Gmail e clicchiamo sulle impostazioni.

Trovata la sezione firma, sarà sufficiente incollare il codice precedentemente copiato e salvare le impostazioni.

Per chi ha sottoscritto un piano di abbonamento ci sarà la possibilità di rimuovere il logo di My Signature direttamente dal generatore di firme, mentre negli altri casi si potrà eliminarlo solo da Gmail.

Si tratta di un piccolo dettaglio che di certo non limita le potenzialità di questo strumento.

Conclusioni

Dunque per inserire una firma personalizzata su Gmail abbiamo due possibilità: caricarla manualmente oppure utilizzare un generatore di firme digitali.

Nel primo caso sarà necessario lavorare di editor direttamente nelle impostazioni del servizio di posta elettronica, mentre nel secondo caso sarà possibile generarla mediante la compilazione di alcune voci.

Tra i migliori generatori di firme per Gmail, troviamo My Signature.

Con questo tool sarà possibile inserire i dati personali, il logo e tutti quegli elementi indispensabili per creare una firma personalizzata.

Questo strumento prevede una versione free ed alcuni piani di abbonamento che consentiranno di usufruire di tutte le altre funzionalità non incluse nei piani gratuiti.

In tutti i casi, una volta conclusa la fase di generazione della firma, sarà sufficiente copiare ed incollare il codice all’interno delle impostazioni di Gmail per personalizzare del tutto la propria email.

Il web è anche condivisione

Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato l'ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *