App per creare mappe mentali

app per creare mappe mentali

Le mappe mentali sono delle rappresentazioni grafiche che consentono di sintetizzare concetti ed informazioni inerenti a determinati argomenti.

Esse sono state teorizzate, per la prima volta, dallo psicologo inglese Tony Buzan che pensò bene di semplificare i modelli di apprendimento mediante l’uso di nuove tecniche di studio.

Le sue riflessioni e i suoi esperimenti, lo condussero a realizzare la prima mappa mentale che fu subito apprezzata nel mondo scientifico e in quello culturale.

Successivamente le mappe mentali furono utilizzate anche nell’ambito aziendale – in particolar modo nelle professioni più innovative – per semplificare le attività di brainstorming, ovvero per facilitare l’illustrazione di progetti strategici di media ed alta complessità.

L’ammirazione per questo strumento è ancora ben evidente, a tal punto che ogni giorno migliaia di professionisti usano le mappe mentali per definire gli obiettivi aziendali o per riassumere i contenuti testuali da inserire in un libro, in un ebook o in un blog post.

Come realizzare una mappa mentale

Per realizzare una mappa mentale possiamo optare per diverse soluzioni:

– Crearla manualmente;

– Generarla mediante un programma di grafica (ad esempio Illustrator);

– Progettarla mediante un programma di scrittura (ad esempio Word);

– Utilizzare un tool online;

– Crearla mediante un’applicazione;

Tutti questi espedienti richiedono una buona conoscenza delle principali regole del web design e un’ottima capacità di sintesi, nonché un’adeguata padronanza degli strumenti utilizzati per generare la mind map.

Per questo motivo, ho deciso di presentarvi un’app che consente di creare una mappa mentale in pochi istanti e di semplificare, allo stesso tempo, le procedure di realizzazione.

App per creare una mappa mentale

L’applicazione in questione è Mindly, una piattaforma gratuita che è stata ideata con l’obiettivo di velocizzare lo sviluppo di mappe mentali di elevata qualità.

Per “sfruttare” tutte le potenzialità di questa app, non è necessario rilasciare i propri dati personali ma è sufficiente scaricarla dagli store ufficiali di Apple o Google.

Inoltre, a differenza di tantissime altre applicazioni, Mindly può essere installata anche sui computer Mac, ossia il sistema operativo più utilizzato dai professionisti che operano nel settore del business aziendale. E ciò rende l’app ancora più interessante visto che è strettamente connessa con il mondo del lavoro.

App per creare una mappa mentale: come utilizzare Mindly

Come già scritto in precedenza, per creare una mappa mentale con Mindly basta fare il download dell’app e collegarsi ad essa.

Una volta aperta l’applicazione, ogni utente avrà la possibilità di creare la sua prima mind map.

Premendo per qualche istante sul simbolo +, sarà possibile disegnare il primo nodo della mappa.

Il nodo potrà essere personalizzato nei contenuti testuali, nei colori e nelle icone da inserire nella stessa mappa.

Progettato il primo nodo, si dovrà confermare le modifiche apportate e procedere alla creazione degli altri nodi e sotto-nodi.

Una volta disegnata la mappa mentale, l’utente potrà:

– Visualizzare la mappa per intero;

– Stamparla direttamente dal proprio smartphone;

– Condividerla;

In quest’ultima sezione, la versione free prevede una condivisione all’interno della community di Mindly oppure mediante la generazione di un Pdf.

Invece le altre tre modalità di condivisione – testo, immagine ed Opml – sono disponibili solo per tutti coloro che hanno acquistato la versione completa.

Il costo dell’upgrade è di circa 6 euro e per questo motivo può essere sottoscritto da tutti coloro che hanno bisogno di realizzare, nei minimi dettagli, una mappa mentale di tipo professionale.

Visto che l’applicazione funziona senza registrazione, è necessario salvare la mappa o condividerla immediatamente.

Infatti qualora si cancellasse l’app dallo smartphone, o eventualmente dal pc, tutte le mappe create in precedenza saranno eliminate dalla piattaforma.

Pertanto è opportuno prestare molta attenzione a questo piccolo dettaglio, cosi da non commettere errori banali che possono pregiudicare la propria attività professionale.

Perché i blogger dovrebbero utilizzare le mappe mentali

All’inizio di questo post, ho evidenziato l’importanza delle mappe mentali per il mondo dell’economia e della finanza aziendale.

Però le mind map sono molto utili anche per chi si occupa di blog aziendali, poiché attraverso questo sistema è possibile sintetizzare gli argomenti più rilevanti da trattare in un articolo ovvero definire lo schema dei tag e delle categorie di un blog (a proposito sai come gestire i tag e le categorie di WordPress?).

Inoltre, in caso in cui il blog aziendale fosse gestito da più blogger, le mappe mentali possono essere usate anche come strumento di organizzazione del lavoro.

Ad ogni blogger sarà attribuita una mappa dove saranno indicati i principali temi da trattare nel corso del tempo.

Conclusioni

Le mappe mentali non sono altro che delle rappresentazioni grafiche mediante le quali è possibile sintetizzare alcuni argomenti ovvero organizzare alcuni aspetti rilevanti del proprio lavoro.

Esse possono essere disegnate con diverse tecniche, nonché con diversi strumenti cartacei o digitali.

La maggior parte di questi mezzi richiedono buone doti di sintesi e ottime conoscenze degli strumenti adoperati, mentre negli altri casi è sufficiente scovare qualche tool per velocizzare il processo di realizzazione.

Tra i tanti tool presenti sul web, in grado di facilitare la realizzazione di una mappa mentale, troviamo Mindly.

Mindly è un’app gratuita, con relativa versione a pagamento, che consente di disegnare una mind map e di condividerla con gli altri utenti della rete.

Inoltre con Mindly, le mappe mentali possono essere anche stampate in modo tale da utilizzarle in convegni, riunioni e nelle attività di blogging.

Il web è anche condivisione

About Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato l'ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

View all posts by Angelo Cerrone →

2 Comments on “App per creare mappe mentali”

  1. Utilizzo spesso le mappe mentali per presentare il percorso o le eventuali strade che si possono percorrere quando inizio un progetto (o sono nella fase di definire la strategia).

    Trovo l’idea delle mappe mentali molto utile in quanto con una slide noi possiamo utilizzare la mappa per aiutarci nell’esposizione di ciò che vogliamo dire e nello stesso tempo il nostro interlocutore può “vedere” e “sentire” informazioni che riguardano il suo prodotto/servizio; questi sono due sensi molto importanti e utilizzati anche nella PNL.

    Ciao Angelo buon lavoro e ottimo articolo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *