Liste broadcast di Whatsapp: come utilizzarle nel marketing

liste broadcast di whatsapp

Ogni giorno centinaia di imprese, ma anche liberi professionisti, utilizzano una o più app di messaggistica (scopri le miglior app di messaggistica per aziende) per promuovere i loro prodotti o servizi.

Tra le tantissime piattaforme presenti negli store di Apple e Google, Whatsapp continua ad essere la regina indiscussa delle strategie di local marketing.

Infatti con l’applicazione di Mark Zuckerberg si può:

  • Fare assistenza clienti;
  • Inviare documenti fiscali (ad esempio fatture);
  • Inviare offerte personalizzate;

In quest’ultimo caso, le aziende che hanno un account su Whatsapp possono far leva sulle potenzialità delle liste broardcast per sviluppare strategie di marketing personalizzate e orientate alla vendita.

Cosa sono le liste broadcast di Whatsapp?

Le liste broadcast non sono altro che degli elenchi di contatti – ogni lista è costituita da 256 utenti – ai quali è possibile inviare un unico messaggio senza la necessità di copiarlo e incollarlo ripetutamente.

Naturalmente ogni professionista può creare più liste per ogni account e le stesse liste possono essere gestite sia da mobile che da desk.

Come creare una lista broadcast di Whatsapp

Per creare una lista broadcast dobbiamo:

  • Aprire il nostro account Whatsapp;
  • Cliccare su impostazioni:
  • Premere su nuovo broadcast;
  • Scegliere i contatti che formeranno la lista;
  • Premere su crea;

Una volta creata la nostra lista possiamo modificarla oppure eliminarla.

Come modificare una lista broadcast di Whatsapp

Invece per modificare una lista broadcast dobbiamo:

  • Aprire la lista da modificare;
  • Cliccare sulle impostazioni;
  • Premere su info lista broadcast;

Qui possiamo modificare il nome della lista e aggiungere o eliminare gli utenti che la compongono.

Come eliminare una lista broadcast di Whatsapp

Infine per eliminare una lista broadcast su Whatsapp è necessario:

  • Aprire la lista broadcast da eliminare;
  • Cliccare sulle impostazioni;
  • Premere su info lista broadcast;
  • Cliccare su elimina lista;

Ovviamente una volta premuto il tasto elimina, la lista broadcast non sarà più presente sul nostro account.

Come inviare i contenuti in una lista broadcast

Per inviare i contenuti personalizzati agli utenti di una lista Whatsapp, è necessario seguire lo stesso procedimento che caratterizza le chat personali.

Possiamo scrivere messaggi testuali, inserire emoticon e stickers oppure allegare foto e video di un determinato argomento.

Una volta ottimizzato il contenuto in tutte le sue forme, basta premere invio e gli utenti di quella lista riceveranno il messaggio senza sapere che lo stesso contenuto è stato spedito a più persone.

Perché le liste broadcast sono importanti per il marketing di impresa?

Come è facile intuire, le liste broadcast di Whatsapp rappresentano, al momento, uno degli strumenti più poderosi per fare marketing di impresa.

Infatti attraverso questo servizio gratuito, ogni attività commerciale può inviare un determinato messaggio pubblicitario ad un ristretto gruppo di persone.

Ogni micro community sarà costruita in base a specifici criteri come:

  • Geografici;
  • Socio-demografici;
  • Psicografici;
  • Comportamentali:

Inoltre lo stesso gruppo di utenti potrà essere collegato agli altri mediante alcuni attributi di livello superiore così da trasformare questi micro segmenti in community di medie e grandi dimensioni.

Ad esempio l’azienda X che vende smartphone in Campania può creare cinque liste broadcast – Avellino, Salerno, Napoli, Caserta e Benevento – in base alla provincia di residenza dei suoi clienti.

Inoltre le stesse liste possono essere segmentate in base a criteri commerciali.

Quindi l’impresa X potrà creare le liste: Avellino Apple, Avellino Samsung, Avellino Huawei e così via.

Applicando questi criteri si potrà operare su più livelli in modo tale da mettere in atto diverse iniziative di marketing (strategie di nicchia) nello stesso momento.

Conclusioni

Le liste broadcast di Whatsapp possono essere molto utili per inviare determinati messaggi commerciali a più destinatari.

I messaggi possono essere: testuali, visivi e interattivi e ogni contenuto dovrà essere personalizzato in base alle caratteristiche socio demografiche dei componenti di ogni singola lista.

Il web è anche condivisione

About Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato gli ebook: "Marketing Maps" e "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

View all posts by Angelo Cerrone →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 3 =