Come far crescere un piccolo blog

far crescere un piccolo blog

Le attività di blogging aziendale sono ritornate ad essere un’ottima fonte di promozione, soprattutto in ambito digitale dove è sempre più difficile valorizzare prodotti o servizi di una determinata impresa.

Infatti le strategie di social media marketing sono condizionate (mi riferisco al rapporto tra costi e benefici) dal lento ed inesorabile declino delle principali piattaforme di aggregazione sociale, mentre la pubblicità su Google sembra essere meno performante a causa delle continue modifiche dell’algoritmo di Mountain View.

È proprio questo scenario a decretare il rilancio dei blog aziendali che sono in questo momento uno dei migliori strumenti per promuovere un’azienda o un’attività indipendente.

Fare blogging significa creare contenuti di qualità con lo scopo di valorizzare l’intero sistema impresa e migliorare, allo stesso tempo, le relazioni con la community di riferimento.

Naturalmente aprire un blog aziendale non è sufficiente per ottenere risultati nel breve periodo, ma sarà necessario mettere in pratica una serie di regole utili a far crescere la piattaforma giorno dopo giorno.

Far crescere un piccolo blog: investire nella Seo

Il primo passo da compiere per far crescere un piccolo blog aziendale è quello di investire nella Seo.

La Seo comprende tutte quelle attività poste in essere da un determinato professionista per ottimizzare un sito web, ovvero i suoi relativi contenuti, sui principali motori di ricerca.

Raggiungere la prima posizione su Google (scopri perché il tuo sito web non è prima pagina) è fondamentale per intercettare nuovi potenziali clienti e migliorare la notorietà del brand sul mercato di riferimento.

Fare Seo non è assolutamente semplice visto che è necessario lavorare sui contenuti testuali, su quelli visivi nonché sulle principali regole del web design, ma una volta concluso il lavoro i risultati non si faranno attendere.

Infatti da quando ho migliorato la Seo del mio blog, il 96% delle visite giornaliere proviene dal posizionamento dei contenuti su Google e sugli altri motori di ricerca.

Far crescere un piccolo blog: dar vita a nuove collaborazioni

Fare Seo però non è sufficiente per far crescere un piccolo blog.

A volte è necessario dar vita a nuove collaborazioni per migliorare l’autorevolezza di un sito web all’interno degli archivi di Google, ovvero per aumentare la visibilità negli spazi web frequentati delle community di riferimento.

Per fare tutto ciò è necessario dar vita ad una serie di collaborazioni – interviste, guest post o accordi professionali – in modo tale da incrementare il numero di condivisioni e ottenere, allo stesso tempo, dei link di qualità.

Le condivisioni determineranno una crescita delle visite nel brevissimo periodo (al massimo per pochi giorni) mentre i link esterni possono essere molto utili, nel medio e lungo termine, per scalare posizioni nelle Serp di Google.

Insomma si tratta di una prassi molto diffusa sul web che fornisce ottimi risultati per chi vuole far crescere il proprio blog.

Far crescere un piccolo blog: investire nella pubblicità sui social network

Seo e collaborazioni possono fornire ottimi risultati in termini di visibilità, ma per far crescere un blog aziendale è necessario anche investire nella pubblicità digitale.

Le migliori piattaforme per pubblicizzare i contenuti aziendali sono sicuramente: Facebook, Twitter e in alcuni casi Linkedin (dipende molto dagli argomenti trattati).

Quindi mediante la stesura di un piano di investimenti digitale è possibile individuare le piattaforme più adatte, i contenuti da pubblicizzare e il budget da investire.

I risultati ottenuti da ogni singola campagna pubblicitaria possono essere monitorati su Analytics (scopri come stabilire degli obiettivi) e successivamente trasformati in un grafico da illustrare alla direzione aziendale.

Far crescere un piccolo blog: inviare newsletter periodiche

Nonostante lo scetticismo generale, la newsletter rappresenta un altro strumento indispensabile per far crescere un piccolo blog.

Essa può essere inviata attraverso software automatici – MailChimp, MailUp e cosi via – manualmente oppure attraverso delle soluzioni alternative (scopri come inviare una newsletter alternativa all’email).

In tutti questi casi, la newsletter non dovrà essere troppo invasiva in quanto il lettore potrebbe decidere spontaneamente di cancellarsi dalla mailing list così da non ricevere più gli aggiornamenti del blog.

Naturalmente la newsletter è molto utile per far conoscere gli ultimi argomenti trattati ovvero per capire quali sono le tematiche più apprezzate dai propri lettori.

Far crescere un piccolo blog: Google News e i tool di content curation

L’ultimo passo fondamentale per far crescere un piccolo blog è quello di scegliere i migliori tool per la content curation, come ad esempio Scoop.it, ovvero di pubblicare gli articoli su Google News.

Nel primo caso il blogger dovrà condividere manualmente i post su tutti gli account aziendali, mentre nel secondo caso sarà lo stesso Google a scegliere quali contenuti mostrare agli utenti della rete.

Si tratta di due strategie differenti ma che possono essere messe in atto da tutti coloro che vogliono incrementare la visibilità e la notorietà del brand aziendale.

Conclusioni

Per fare crescere un piccolo blog non è sufficiente pubblicare contenuti in modo costante, in quanto è necessario applicare una serie di regole che caratterizzano le strategie di blogging.

Per prima cosa è doveroso ottimizzare i contenuti (Seo) per i principali motori di ricerca e in particolar modo per Google.

Successivamente ogni attività commerciale dovrà essere in grado di dar vita a nuove collaborazioni così da migliorare la visibilità e l’autorevolezza della piattaforma digitale.

Allo stesso tempo l’azienda, in collaborazione con i professionisti del digital marketing, dovrà stabilire un budget sufficiente per promuovere determinati contenuti sui social network.

Infine la stessa direzione aziendale dovrà focalizzarsi sui tool di content curation e sulla newsletter per scovare nuove opportunità di business e far crescere il proprio progetto digitale.

Il web è anche condivisione

About Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato l'ebook: "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

View all posts by Angelo Cerrone →

2 Comments on “Come far crescere un piccolo blog”

  1. Qualità più che quantità accompagnato dai social media. Sembra una danza in continuo movimento tra la creazione di contenuti che ti rappresenta che allo stesso tempo segue anche le guide impostate da Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − nove =