I plugin indispensabili per un blog

i plugin indispensabili per un blog

In tutto il mondo, WordPress è considerto il migliore Cms per fare blogging in quanto, oltre ad essere semplice da usare, può essere personalizzato con i plugin presenti nello store della piattaforma americana.

Nel campo informatico, i plugin sono degli strumenti digitali che consentono di implementare nuove funzionalità all’interno del software principale.

Quindi installando uno o più programmi, sarà possibile modificare, parzialmente o totalmente, la struttura, e le funzionalità, di un blog o di un sito web.

Naturalmente l’installazione di queste estensioni (per WordPress), sarà influenzata non solo dagli obiettivi prefissati in fase strategica ma anche dalle funzioni del sito internet all’interno della rete.

Pertanto ogni blog, o sito web, ha bisogno di un determinato numero di plugin per funzionare correttamente ovvero per garantire un’esperienza di navigazione unica ed irripetibile.

Ma allora quali sono i plugin indispensabili per un blog aziendale? Scopriamolo insieme.

Plugin per la sicurezza di WordPress

Il primo plugin che non può mancare all’interno di un blog è quello relativo alla sicurezza di WordPress.

Con questa tipologia di plugin, sarà possibile evitare i tentativi di hackeraggio nonché ridurre lo spam nei commenti o nell’eventuale contact form (scopri come ridurre lo spam su WordPress).

Nello store della piattaforma di Automattic ci sono tantissimi programmi per incrementare gli standard di sicurezza del Cms più noto al mondo, ma in questo caso vi consiglio di utilizzare uno dei seguenti plugin:

  • Wordfence;
  • Itheme Security;
  • All in one Wp Security;
  • BulletProof Security;

Plugin per creare un contact form su WordPress

Un altro plugin che non può mancare su WordPress è quello inerente alla configurazione di un form contatti all’interno del proprio blog personale (o aziendale).

La maggior parte dei plugin di questo genere può essere configurato mediante il drag and drop, mentre in altri casi sarà necessario lavorare di codice.

Ovviamente una volta configurato il form, lo stesso form dovrà essere inserito nella pagina contatti così da facilitare le richieste di informazioni da parte dei potenziali clienti.

Questa tipologia di plugin però non è obbligatoria per tutti i blog, visto che alcuni temi hanno di default un contact form personalizzato.

Inoltre la stessa pagina contatti può essere arricchita dai codici Qr di Messenger o Whatsapp, nonché dall’indirizzo email e dal numero di telefono.

Plugin per la condivisione degli articoli

I blog si “nutrono” di condivisioni, per questo è opportuno installare anche i plugin per lo share dei contenuti sui principali social network.

Purtroppo questa tipologia di plugin è sempre meno apprezzata dai blogger italiani, visto che la maggior parte dei blog è privo di qualsiasi tasto di condivisione.

Nonostante questa moda sempre più dilagante, continuo a sottolineare l’importanza dei collegamenti ai social network in quanto le social icon continuano ad essere un ottimo strumento per dare visibilità ai contenuti di qualità.

Plugin per analizzare il traffico web di un blog aziendale

Gestire un blog aziendale significa anche analizzare, nel dettaglio, le abitudini di navigazione degli utenti finali.

Per questo motivo è indispensabile installare un plugin di analisi del traffico web, in particolare Google Analytics (scopri come stabilire degli obiettivi su Analytics), che consentirà di monitorare le pagine più visitare, il tempo di permanenza su un sito web e la provenienza dei click (con l’ausilio della Search Console).

Con questo plugin si possono effettuare analisi dettagliate utili a comprendere i punti di forza e di debolezza del proprio progetto digitale.

Insomma si tratta di uno strumento irrinunciabile per chi vuole fare business con la scrittura dei contenuti.

Plugin per la cookie law e per la protezione dei dati personali

Un altro plugin obbligatorio per chi lavora nel mondo del blogging è quello relativo alla protezione dei dati personali e della gestione dei cookie di navigazione.

Con l’approvazione della Gdpr e della Cookie law, l’installazione di queste estensioni per WordPress è diventata doverosa per non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.

Nello store di WordPress ci sono numerosi plugin che consentono di regolarizzare il proprio blog in base alle disposizioni delle normative in materia di protezione dei dati personali, ma naturalmente la sola configurazione del plugin non sarà sufficiente per tutelarsi dalle possibili sanzioni pecuniarie.

Infatti in questi casi, sarà opportuno assumere un atteggiamento etico e morale tale da rispettare la propria community virtuale.

Plugin per fare Seo su un blog aziendale

Fare blogging significa anche curare, nei minimi dettagli, la Seo e in particolare quella inerenti ai contenuti testuali e visivi (vedi come ottimizzare le immagini in ottica Seo)

Anche in questo caso lo store di WordPress offre numerose alternative, ma i due migliori plugin per la Seo sono:

  • Yoast Seo;
  • All in one Seo Pack;

Entrambi i programmi hanno una versione free ed una premium, ma All in one Seo è più indicato per chi ha già dimestichezza con il web.

Plugin per inviare la newsletter

Un ultimo plugin che non può mancare su un blog è quello relativo all’invio della newsletter.

Si tratta di uno strumento non obbligatorio (scopri tutte le soluzioni alternative alla newsletter) ma che può offrire numerosi vantaggi per chi lo installa.

Infatti ogni blogger può creare una lista di utenti a cui inviare periodicamente:

  • I nuovi contenuti del blog;
  • Offerte esclusive;
  • Infoprodotti;

Insomma con la newsletter si possono sviluppare strategie di marketing personalizzate orientate al consolidamento dei rapporti tra professionista e consumatore finale.

Conclusioni

I plugin sono degli strumenti digitali che consentono di arricchire un blog, o un sito web, di ulteriori funzionalità.

Ogni blog può avere un determinato numero di plugin, alcuni dei quali indispensabili per il corretto funzionamento della stessa piattaforma.

Tra questi plugin troviamo: quelli della sicurezza; quelli dell’analisi del traffico web e quelli inerenti alla protezioni dei dati personali ovvero tutti quei plugin utili a migliorare la qualità dei contenuti di un sito web.

Il web è anche condivisione

About Angelo Cerrone

Laureato con il massimo dei voti e relativa lode in Comunicazione di impresa, ho dedicato gran parte della mia vita al marketing e alla comunicazione digitale. Ho condotto alcuni studi di settore e ho realizzato gli ebook: "Marketing Maps" e "Come gestire l'assistenza clienti con Whatsapp".

View all posts by Angelo Cerrone →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 3 =